San Lorenzo degrado e spaccio a cielo aperto

Gli episodi di violenza e degrado e lo spaccio di droga a cielo aperto nel quartiere “San Lorenzo” stanno ‬trasformando il quadrante universitario in una zona malfamata e rischiosa per i residenti e per gli studenti che la frequentano. Non è possibile contrastare un fenomeno così grave e radicato nel tessuto sociale della città, divenuta ormai ostaggio di decine di spacciatori e irregolari, con una pattuglia del Commissariato  e una dell’Arma, che fanno un lavoro eccezionale ma certamente non sufficiente. Occorre un intervento mirato da parte delle forze di polizia, che necessitano assolutamente di rinforzi, e per questo chiediamo al questore di Roma di fare presto, per non trovarci poi di fronte a fenomeni non più controllabili.

Urge potenziamento Commissariati

Il SAP lo aveva denunciato lo scorso aprile. Quella del lancio di sassi alle auto in transito da parte dei nomadi del campo di Castel Romano si è rilevata come una vera e propria tecnica criminale per rapinare gli automobilisti in transito, costretti a fermare l’auto colpita con i parabrezza sfondati e gomme tranciate. Finalmente la Stradale di Aprilia e gli uomini del Commissariato Spinaceto hanno disarticolato i componenti della banda di Rom che da mesi imperversava in quella zona di Roma. Continuiamo a registrare scarso interesse da parte dei vertici della questura ad attuare un serio e reale piano di rinforzi dei Commissariati periferici, unici ed insostituibili punti di riferimento per la sicurezza dei cittadini.

Nella nostra Autonomia la vostra Libertà